Post del 15/03/2017 alle 15:17

In forma insieme con il cinofitness

Una ricerca di qualche anno fa, svolta dall'Università di San Diego presso due grosse cliniche veterinarie e pubblicata su Preventive Medicine, ha dimostrato che avere un cane in casa fa bene alla salute. L’amico a 4 zampe costringerebbe infatti anche i padroni più pigri a muoversi quel tanto che basta per proteggere il cuore.
 

IL MIGLIOR PERSONAL TRAINER

Dai dati dello studio è emerso, infatti, che i padroni che si fanno carico personalmente di portar fuori il cane camminano in media più di tre ore la settimana, raggiungendo così (anzi superando) i livelli di attività fisica  raccomandati da due importanti società scientifiche mediche, quali l'American College of Sports Medicine e l'American Heart Association, per prevenire le malattie del cuore e della circolazione.
Come ha spiegato Katherine Hoerster, coordinatrice della ricerca: “Rispetto ad altre modalità di promozione dell'attività fisica in cui la persona non intravede alcun obiettivo e prima o poi abbandona il programma consigliato, l’avere un cane ha il vantaggio di fornire una motivazione precisa e inderogabile, da mantenere necessariamente a tempo indeterminato”.

Se si vogliono bruciare ancor più calorie, tenendo il cane con il guinzaglio più opportuno, è possibile sostituire una vera e propria corsa alla semplice passeggiata. Prima di affrontare un’attività di questo genere sarà indispensabile innanzitutto sottoporre l’animale ad un’accurata visita veterinaria, non solo per verificarne lo stato di salute, ma anche per stabilire il tipo di training adatto in base alla razza, al peso e all’età del pet. Fate attenzione che sia in regola con tutte le vaccinazioni. Sarà inoltre opportuno monitorarne il comportamento quando si trova in mezzo a persone, bici, macchine e altri mezzi di trasporto. Se l’animale è ignorante dei pericoli dovrà essere educato, in maniera progressiva, all’attenzione e a rimanere vicino al padrone mentre si svolge l’attività. Per il benessere di entrambi bisogna allenarsi gradualmente ed evitare di esagerare le prime volte che ci si allena.
 

I  CANI  PER CORRERE

Non esiste la razza perfetta per correre in ogni condizione. La personalità e il temperamento del singolo cane rivestono poi un'importanza pari alla razza di appartenenza dell'amico a 4 zampe.

Pointers tedeschi a pelo corto, Weimaraner, Vizsla e Jack Russel Terrier, per esempio, sono ottimi corridori, in grado di percorrere oltre 16 chilometri ad andatura sostenuta e costante.

Beagle, Golden e Labrador Retriever, Setter inglesi, Greyhound e Pitbull sono invece maggiormente adatti per percorsi più brevi, a una velocità più elevata (essendo più dotati nello sprint che nella resistenza). Barboni, Dalmata e ancora Labrador Retriever si addicono per corse lente su lunghe distanze

Cani Rhodesian Ridgeback, Fox Terrier, Airdale Terrier e ancora Vizsla sono i più predisposti a correre con il caldo; mentre cani Pastore Tedesco, Malamute e Siberian Husky preferiscono un clima freddo.
    • In forma insieme con il cinofitness

Altri post di Redazione BauBoys