Post del 01/03/2017 alle 18:57

Cani: il pericolo processionaria

La processionaria, conosciuta anche con il nome di 'bruco killer', è una farfalla notturna, innocua da adulta ma pericolosa, al punto da essere letale per gli amici a 4 zampe, nel suo stato larvale. Dunque, bisogna prestare molta attenzione durante le passeggiate in compagnia dei cani perché questi lepidotteri ne attirano l’attenzione e la curiosità.

ALLA LARGA DA PINI E QUERCE
La processionaria è un parassita delle piante su cui vive e che spesso distrugge completamente. In Italia si trovano soprattutto le processionarie del pino, i cui bruchi si spostano in fila indiana, e della quercia, i cui bruchi invece si muovono insieme disposti a ventaglio, formando un gruppo che può comprendere fino a 10-15 esemplari.

Il problema è costituito dai peli urticanti che ne ricoprono il corpo. Peli che possono essere anche sparsi nell'aria e portati in giro dal vento: si può esserne colpiti senza venire in diretto contatto con i bruchi.

La stagione più a rischio è proprio la primavera, quando le processionarie riprendono l’attività e si spostano alla ricerca del luogo adatto per tessere il bozzolo. I cani, annusando il terreno, possono inavvertitamente ingerire i peli urticanti che, come detto, rivestono il corpo dell’insetto.
 
I SINTOMI
 
I sintomi che un cane presenta dopo questo spiacevole incontro sono spesso gravi. Innanzitutto l’improvvisa e intensa salivazione, provocata dal violento processo infiammatorio della bocca e, in forma meno grave, dell’esofago e dello stomaco. La lingua, a seguito dell’infiammazione acuta, subisce un ingrossamento tale che a volte può anche soffocare l’animale. I peli urticanti, entrando in contatto con la lingua, causano una distruzione del tessuto cellulare: il danno può essere così serio da provocare processi di necrosi con la conseguente perdita di porzioni dell’organo.

Altri segnali clinici rilevanti sono: perdita di vivacità, febbre, rifiuto del cibo, vomito e diarrea (anche emorragica).
 


COME INTERVENIRE

Nel malaugurato caso in cui il vostro cane fosse colpito da processionaria, potete prestargli un primo soccorso allontanando subito la sostanza irritante dal cavo orale attraverso un abbondante lavaggio della bocca con una soluzione di acqua e bicarbonato.
 
Se il cane, sofferente o per sua natura aggressivo, non si lascia toccare in bocca, è consigliabile utilizzare una siringa sprovvista dell’ago, con cui spruzzare la soluzione in bocca, più volte.

In seguito sarà necessario recarsi dal veterinario che applicherà le cure più appropriate a seconda della gravità del caso.

Fonte: www.processionaria.it

    • Cani: il pericolo processionaria

Altri post di Redazione BauBoys