Post del 07/03/2017 alle 16:16

Piante benefiche per cani e gatti

Oggi molti proprietari si rivolgono ai veterinari esperti in medicine naturali, pratici di tutti quei rimedi specifici dai quali i pet possono trarre salute e benessere, non solo sul piano fisico, ma, grazie all’impiego di terapie complementari, anche su quello psichico, emozionale ed energetico. Vediamo quali sono le piante maggiormente indicate per la cura di alcune patologie e disturbi di cui cani e gatti possono soffrire.

PIANTE SALUTARI PER CANI E GATTI

L’Aloe Vera è un potente rigeneratore cellulare, con proprietà antifungine e antibatteriche, che riduce l’accumulo di liquidi nei tessuti e contribuisce a ridurre il dolore e l’infiammazione.
Gli estratti di Artiglio del diavolo, con le loro proprietà analgesiche e antinfiammatorie, sono suggeriti nelle malattie articolari degenerative, artrosi del cane anziano, patologie articolari di media gravità, discopatie senza disturbi neurologici, disturbi successivi a un intervento chirurgico.
La Bardana è invece consigliata nella calcolosi biliare o urinaria e per i reumatismi.
La Biotina previene la stanchezza, i dolori muscolari e l’indebolimento o perdita di pelo, riduce i grassi in eccesso e rafforza lo sviluppo muscolare.
L’estratto ottenuto dalla resina di Boswellia contiene delle sostanze in grado di inibire alcuni enzimi coinvolti nelle infiammazioni articolari e muscolari; la sua radice è nota per gli effetti analgesici e antipiretici.
La Calendula dà ottimi risultati in caso di: contusioni di difficile guarigione, ferite cutanee, eczemi atopici, dermatiti e dermatosi, punture di insetti, ulcere e piaghe, ipercheratosi dei polpastrelli.
Il Carciofo viene impiegato per patologie gastroenteriche; per normalizzare l’attività digestiva; per depurare l’organismo; per eliminare il meteorismo; per regolare l’attività e la funzionalità epatica, nelle epatopatie; per stimolare la produzione della bile; come epatoprotettore; per combattere i danni causati da intossicazioni; nei casi di dermatosi.
L’Echinacea ritarda la diffusione delle infezioni e rafforza il sistema immunitario; viene consigliata in caso di infiammazioni delle alte vie respiratorie, tracheite, gengivite, infezioni delle vie urinarie, per accelerare la risposta dell’organismo nei casi di assunzione di sostanze antibiotiche, in associazione con preparati antitosse.
L’Equiseto o coda cavallina è perfetto come fortificante per il cucciolo, come ricostituente per le femmine in gravidanza, per favorire la guarigione delle fratture, nei casi di fragilità ossea, nei casi di cicatrizzazione difficile di ferite cutanee. Si rivela ottimo anche in molti casi per uso esterno.
L’Escolzia è conosciuta per le proprietà sedative e attenua le contrazioni spasmodiche della muscolatura intestinale.
 

Il Frassino è utile in caso di invecchiamento, disturbi articolari, reumatismi.
Il Ginkgo biloba è suggerito per i soggetti anziani, per migliorare il circolo centrale e periferico;  per prevenire o alleviare i molteplici disturbi legati all’invecchiamento (affaticamento rapido, abbassamento dell’udito, disturbi articolari, cardiocircolatori e renali).
Il Ginseng viene consigliato come equilibrante, come tonico generale, come tonico e stimolante degli animali convalescenti e/o anziani;  come integratore nei soggetti sportivi. 
L’Ippocastano è impiegato spesso in associazione con il Ginkgo biloba, nei casi di disturbi circolatori venosi;  nei postumi di traumi;  come rimedio dei disturbi legati alla vecchiaia;  negli edemi infiammatori che si manifestano dopo gli interventi chirurgici;  nei casi di emorroidi.
Il Luppolo  funziona come blando sedativo nei casi di animali che soffrono di stati di ansia,  nei casi di aggressività,  nei casi di anoressia, nei casi di disturbi gastroenterici di origine nervosa,  nei casi di ipereccitabilità e ipersessualità dei maschi.
Il Tarassaco  è apprezzato per le proprietà disintossicanti del fegato, della cistifellea e dei reni. È indicato (anche in associazione con il carciofo) nei casi di disturbi della digestione;  nei casi di meteorismo; come disintossicante dell’organismo; come stimolante dell’appetito; come disintossicante in caso di dermatosi.
Il Timo possiede attività battericide soprattutto contro i germi responsabili di infezioni al tratto respiratorio, ha inoltre azione fungicida, spasmolitica sulla muscolatura, coleretica epatoprotettrice sul fegato ed espettorante e antitussigeno.
Lo Zenzero è molto apprezzato per combattere il mal d’auto di cani, per prevenire il vomito; per prevenire lo stato di irrequietezza associato alla nausea; come regolatore del tratto gastroenterico;  nei casi di diarrea associata o no al vomito.

Fonte: http://www.altrasalute.it/
    • Piante benefiche per cani e gatti

Altri post di Redazione BauBoys