Post del 12/05/2017 alle 16:37

Brexit: le conseguenze...

Avviata ormai la procedura della Brexit, l’Inghilterra si appresta ad uscire dall’Europa. Ma se il percorso avrà una durata di circa due anni e non sarà certo immediato, si comincia già a pensare alle prime conseguenze sui cittadini e sui loro animali daffezione. Come potranno viaggiare i nostri cani e gatti in Inghilterra da adesso in poi?

VIAGGIARE CON IL PET IN INGHILTERRA

Stando ai dati citati da Michel Barnier, negoziatore dell’uscita dell’Inghilterra dall’Unione Europea, si parla di un numero pari a circa 250.000 tra cani e gatti che varcano il confine ogni anno, da Dover a Calais e che sono muniti del supporto di un passaporto.

Che cosa accadrà da adesso in poi? L’obiettivo è quello di rendere ancora semplici gli spostamenti senza causare problemi ai cittadini e ai loro pet così come accade anche adesso.

In attesa di ulteriori informazioni, l’Inghilterra ha confermato le stessemodalità di spostamento degli animali e dei loro padroni fuori e dentro i confini

DOCUMENTI INDISPENSABILI PER IL VIAGGIO

In ogni caso l’animale deve possedere il chip sottocutaneo di riconoscimento e il Passaporto Europeo per animali domestici (obbligatorio per Legge se ci si deve recare all'estero), dove sono indicate tutte le generalità del pet. All’interno è anche riportato il codice di riconoscimento unico che allinea il cane e il proprietario, e l’intero elenco delle vaccinazioni con una particolare attenzione rivolta alla vaccinazione antirabbica.

Altri documenti utili da avere sono: copia dell’iscrizione all’anagrafe canina, estremi della polizza assicurativa che copre il vostro canee altri se specificamente richiesti

I cuccioli potranno viaggiare solo dopo ventuno giorni aver effettuato la prima vaccinazione e la data dovrà essere indicata dal veterinario. Ma forse con la formalizzazione della Brexit, le misure potrebbero diventar più restrittive.

 

Fonte: http://www.tuttozampe.com/

    • Brexit: le conseguenze...

Altri post di Redazione BauBoys