Post del 19/01/2017 alle 17:24

Cosa fare di fronte a un cane che non...

Spesso ci capita di incontrare un cane, e non riuscire a resistere al desiderio di avvicinarlo per accarezzarlo. Ma spesso le nostre buone intenzioni possono essere fraintese da un animale che non ci conosce, soprattutto se è un po’ pauroso o timido. Per questo è importante sapere cosa fare prima e come approcciarlo una volta che il cane sarà disposto a farsi accarezzare.

COME COMPORTARSI  DI FRONTE A UN CANE CHE NON SI CONOSCE

L’atteggiamento migliore da tenere quando si incontra un cane che non si conosce è quello di non andare verso il cane e piegarsi verso di lui; questo infatti potrebbe essere interpretato dal cane come un pericolo.

È sempre buona norma avvicinarsi piano e con tranquillità, chiedere al proprietario del cane se si può accarezzare e se la risposta è affermativa, inginocchiarsi - in modo da non tenere una postura sovrastante, che può essere considerata minacciosa - e chiamare il cane. In questo modo il cane potrà decidere lui se avvicinarsi o meno.

Se il cane si avvicina e non  manifesta atteggiamenti e posture “minacciose”, lo si può accarezzare mettendo le mani in basso sul collo e preferibilmente non sulla testa. Non è opportuno toccare subito la testa ad un cane sconosciuto: state invadendo il suo spazio, e  non potete assolutamente sapere quale sarà la sua reazione, tantomeno, se sarà felice della vostra “invadenza”. Con un cane che non si conosce, è anche bene non fare un gesto così confidenziale come mettere la mano sotto al muso. 

Se il cane invece tende ad indietreggiare è bene lasciarlo fare e non avvicinarsi ancora. Quando il cane è al guinzaglio ha poche possibilità di fuga, quindi chiuderlo in un angolo potrebbe farlo sentire in pericolo e spingerlo a reagire aggressivamente.

Non fissatelo negli occhi. Guardare un cane dritto negli occhi, si sa, è un atto di sfida!

RICONOSCERE LE POSTURE “MINACCIOSE”  DEL CANE

Tra le posture “minacciose”, che hanno lo scopo di far allontanare l’individuo a cui sono rivolte, possiamo includere:

· il ringhio;

· il labbro sollevato con l’esposizione dei denti;

· le orecchie indietro;

· la codaportata tra le zampe o mossa in maniera rigida al di sopra della linea del dorso.

Questo naturalmente non vuol dire che il cane sia "cattivo" potrebbe solo essere  un po' spaventato e con un po' di conoscenza potrebbe rivelarsi un animale dolcissimo.

Molte volte alcuni atteggiamento dei bambini, come il correre verso il cane urlando, buttarsi su di lui, abbracciarlo, possono essere interpretati dal cane come delle possibili minacce. Per questo è molto importante insegnare ai bambini il giusto modo di approcciarsi con i cani e insegnare loro a interpretare correttamente il linguaggio canino.

 

Fonti: http://www.focus.it/    http://www.cani.com/ 

 

    • Cosa fare di fronte a un cane che non...

Altri post di Redazione BauBoys