Post del 17/03/2017 alle 17:33

Cosa non piace al tuo cane?

Il cane non ama necessariamente le stesse cose che piacciono al compagno umano. Se un cane potesse parlare il padrone potrebbe scoprire come, curiosamente, alcuni suoi atteggiamenti dolci o premurosi siano invece poco sopportati dall'amico quattrozampe. Ecco alcune cose che i proprietari fanno e che i cani odiano.

Usare una comunicazione troppo verbale.  I cani possono comprendere il significato di alcune parole, ma è alle espressioni e ai gesti che guardano con maggiore attenzione. Bisogna non dire con il corpo l'opposto di ciò che stiamo dicendo a voce.

Abbracciarlo forte. Quello che per noi è un gesto amorevole, può essere interpretato dal cane come una manifestazione di forza.  Il cane  tollera spesso di buon grado le manifestazioni d'affetto del padrone, ma sarebbe  meglio cercare forme  più consone di interazione. 

Accarezzarlo sulla testa. La carezza sulla testa, come l’abbraccio, è un gesto che il cane può tollerare dal proprio padrone ma non apprezza. Una strofinata sul dorso, vicino alla coda, oppure sul petto o nella zona dello sterno, sono coccole più gradite.

Non stabilire regole.  I cani non vanno lasciati in balia di se stessi, senza limiti né divieti. Un ambiente di vita ben regolamentato è per il cane più prevedibile e meno stressante. Il cane ama anche orari fissi e rituali. 

Essere noiosi.  Dopo che il cane  ha aspettato tutto il giorno il vostro ritorno a casa, oltre alla sgambata all'aria aperta per farlo sfogare, è bene prevedere alcune attività divertenti e stimolanti che possano intrattenerlo anche a casa.

Obbligarlo a interagire con altri cani e persone.  Incoraggiare il cane a conoscere altri cani e persone può essere importante, ma non si deve mai costringerlo a interazioni che mostra di non gradire.

Portarlo fuori solo per fare i bisogni. Per un cane i venti minuti di passeggiata sono vitali. Lasciare che si fermi ad annusare o si perda dietro a una traccia odorosa è assecondare la sua più intrinseca natura. Potrebbe essere utile, ogni tanto, variare il percorso rispetto al solito tracciato.

Tenere il guinzaglio troppo stretto. Un cane con un guinzaglio troppo teso tenderà ad abbaiare e a strattonare il padrone più facilmente. Viceversa, un guinzaglio lasciato morbido gli comunica che la situazione è sotto controllo e che può godersi tranquillamente la passeggiata.

Guardarlo mentre mangia la pappa. Il cane quando mangia la sua pappa, vuole essere lasciato tranquillo. Ha bisogno di sapere che può avere la sua ‘privacy’, un posto dove poter pranzare in serenità senza essere controllato da occhi vigili.

Fargli indossare capi di abbigliamento. Al cane non importa di indossare un capo di alta moda, specialmente se è troppo stretto e limita i suoi movimenti. Per proteggerlo dalle temperature troppo rigide, un cappottino può essere utile, purchè in materiale traspirante e facile da infilare e sfilare. 

Fonti: www.focus.it  www.vanityfair.it  

    • Cosa non piace al tuo cane?

Altri post di Redazione BauBoys