Post del 17/03/2017 alle 17:22

Empatia cane-padrone: quando l'umore influisce

Padroni nevrotici avranno cani con  maggiori difficoltà a far fronte allo stress, mentre quelli più rilassati avranno cani più sereni. I compagni a 4 zampe, in sostanza, sarebbero sensibili allo stato emotivo dei padroni, almeno secondo uno studio dell’Università di Vienna e pubblicato su PlosOne.

IL CANE: L'ANIMALE EMPATICO PER ECCELLENZA

Giá uno studio londinese sul rapporto cane-uomo, pubblicato sulla rivista Animal Cognition, aveva rilevato come  l’animale capace di provare la più profonda empatia con l’uomo fosse il cane.

La ricerca sul legame che si instaura tra animali domestici e umani era stata promossa dallo University of London Goldsmiths College. Stando alle ricerche condotte da questi studiosi, i cani, a fronte di altri pet, risulterebbero addirittura ipersensibili alle emozioni umane.

Lo studio è stato effettuato con esemplari di razze ed età diverse. I cani sarebbero particolarmente predisposti ad una corrispondenza empatica. Comprendono la 'tristezza' del proprio amico umano e offrono per istinto conforto e vicinanza.

IL CANE SI LASCIA INFLUENZARE DALLE EMOZIONI UMANE

Lo studio dei ricercatori austriaci, invece, ha analizzato i 'rapporti di coppia' di 132 binomi. In realtà, ha preso in esame le variazioni dei livelli di cortisolo nei cani sottoposti a determinati stimoli e li ha poi confrontati con i dati sulla personalità dei padroni, raccolti tramite un questionario.

Il cortisolo, detto anche ormone dello stress, tende a subire variazioni quando si è sottoposti a situazioni che provocano ansia e agitazione. Ed è proprio quello che è successo ai cani di persone nevrotiche: si sono dimostrati in difficoltà in situazioni stressanti, come l’affrontare il superamento di un ostacolo sconosciuto o il trovarsi di fronte a una persona incappucciata dall’approccio diretto e minaccioso. Le stesse considerazionivalgono peri cani che soffrono d’ansia da separazionee per quelli i cui proprietari sonomeno sensibili alle loro esigenze.

Mentre i cani con proprietari rilassati hanno affrontato le stesse situazioni con differenti variazioni dei livelli di cortisolo, quindi con serenità.

I cani riconoscono quindi le nostre emozioni e si lasciano influenzare."Sembra che le persone tendenzialmente pessimiste, per esempio, abbiano più possibilità di avere cani con difficoltà a far fronte allo stress rispetto ad altrispiegano i ricercatoriIl documento di ricerca dimostra anche che i cani sono più sensibili agli stati emotivi delle proprietarie donne, che tendenzialmente riescono ad avere relazioni più solide con l’animale". 

Fonti: https://www.petpassion.tv/   https://www.vanitypets.it/  

    • Empatia cane-padrone: quando l'umore influisce

Altri post di Redazione BauBoys