Post del 29/03/2017 alle 18:22

Gatto in balcone: come evitare...

Gatti e balconi formano un’accoppiata che spaventa molti padroni. E anche se non tutti gli amici felini hanno la passione di saltare sulle ringhiere è importante metterli in sicurezza, per evitare che possano cadere giù.

I PERICOLI DEL BALCONE PER UN GATTO

Il gatto è per natura un animale molto curioso: se si trova in balcone e passa una qualsiasi cosa che attira la sua attenzione,finirá per lasciarsi andare al suo istinto di predatore e, non pensando all'altezza sotto di sé, salterá sulla ringhiera con il rischio di sbilanciarsi nel tentativo di prenderla e cadere giù. È  vero che il gatto è anche un animale molto agile ma il mito del "gatto che cade sempre in piedi" andrebbe sfatato.

Più il piano a cui si trova il balcone è alto e più i danni saranno gravi, se il gatto cade. Da un settimo piano muore. Da un terzo, se non muore, si fa comunque molto male. Da un primo può anche non farsi nulla ma nello shock della caduta può scappare e nascondersi senza farsi più trovare, o peggio può rischiare di essere investito, se il balcone affaccia su una strada trafficata.

In definitiva, non importa a che piano abitiate: il balcone deve essere comunque sempre messo in sicurezza.

In generale meglio evitare di tenere dei mobili in balcone, poiché il gatto potrebbe usarli per saltare con facilità sulla ringhiera. Potete anche rendere il davanzale del balcone sgradevole, collocando delle piante fortemente profumate, oppure applicando qualche goccia di olio essenziale di arancio sulla superficie, o lasciando un limone o un pompelmo tagliato. Al gatto non piacerà questo odore, ed eviterà quindi la zona.

COSA VUOL DIRE METTERE IN  SICUREZZA UN BALCONE?

Ci sono ditte specializzate che costruiscono strutture in legno e rete apposite affinchè il gatto possa stare in balcone senza correre pericoli. Se non si vuole o non si può fare questo, ci sono accorgimenti facili da mettere in atto.

Se si ha un balcone o terrazzo con le inferriate, si può mettere una rete da polli in modo che il gatto non possa passare tra gli spazi. Oltre alla rete, è bene alzare l’altezza del balcone mettendo dei pannelli in plexiglass che si trovano facilmente e costano poco, sono facilmente installabili, non sono permanenti e, se li si prende trasparenti, non intaccano l’estetica dell’abitazione. I pannelli in plexiglass fanno in modo che il gatto, nel tentativo di arrampicarsi, scivoli sulla superficie liscia e non riesca nel suo intento. Per i balconi in muratura è, ovviamente, sufficiente solo l’installazione dei pannelli.

Un’altra cosa molto importante e da non sottovalutare è la presenza delle zanzariere: le zanzariere devono necessariamente esserci e devono essere fisse, non di quelle rimovibili. In particolare, ricordiamo che se abbiamo appena portato a casa un gatto, può trovarsi spaesato nel nuovo ambiente, specialmente se è un gatto schivo e, per lo spavento tentare la fuga. In questo caso, non avere zanzariere resistenti equivale a vedere il gatto volare giù, con quello che ne consegue.

 

Fonti: http://www.associazioneacodaalta.it/  http://www.petsblog.it/  

 

    • Gatto in balcone: come evitare...

Altri post di Redazione BauBoys