Post del 10/03/2017 alle 18:00

Il cane si gratta: come identificare le cause

Il prurito è uno dei fastidi più diffusi tra i cani, e può compromettere seriamente la qualità di vita tanto del quattro zampe quanto del suo proprietario.

CAPIRE L’ENTIT DEL PRURITO

Capire se il cane soffre per un forte prurito è facile. Occorre stare attenti ad alcuni suoi comportamenti. I cani infatti possono cercare di alleviare il prurito in molti modi. Si grattano e si mordicchiano come ossessi la zona che dà loro fastidio, oppure possono leccarsi fino a togliersi il pelo cercando di far smettere l’insopportabile sensazione del pizzicore; se il punto del corpo che prude non è a portata di denti o di lingua si strusciano contro qualsiasi superficie e cosa si trovano davanti. Se a prudergli sono le orecchie, scuotono insistentemente la testa.

Una semplice grattatina di tanto in tanto non deve destare preoccupazione, il prurito diventa però un problema se il cane arriva a ferirsi e a procursi delle lesioni. E’ fondamentale concentrarsi sui segni di ‘autotraumatismo’ che il cane si provoca con il continuo grattamento o mordicchiamento. Da non sottovalutare quindi: le escoriazioni, le zone con peli radi e spezzati, le croste brune formate da sangue secco, la presenza di residui di pelo nelle feci o tra gli incisivi e le gengive, la colorazione brunastra del pelo delle zampe o dell’area genitale (specie nei cani con il mantello di colore chiaro). 

PERCHÉ  IL CANE SI GRATTA?

I motivi per cui un cane si gratta possono essere moltepici. I più comuni sono quelli di natura allergica. Malattie come la dermatite atopica (da allergia a molte sostanze presenti nell’ambiente quali pollini, muffe, acari), l’allergia alimentare o l’allergia al morso delle pulci o delle zecche, o ancora di alcuni insetti (ad esempio zanzare) rappresentano le principali cause del prurito. Molto spesso non si arriva all’identificazione di un’unica causa specifica. poichè le allergie possono coesistere tra loro. 

Ma, oltre alle allergie cutanee, le cause del prurito sono svariate e vanno dalle malattie su base autoimmune, ai tumori, alle infezionia disordini generali, come il diabete o l’insufficienza renale.

Ecco perché è essenziale rivolgersi al veterinario ai primi segni di prurito insistente, proprio per arrivare a identificare la causa e, di conseguenza la cura più appropriata. Al fine di raggiungere la diagnosi definitiva, il proprietario è di fondamentale aiuto, per fornire tutti gli indizi e le informazioni utili a orientarla.

Fonte: http://www.petsandthecity.it/  

    • Il cane si gratta: come identificare le cause

Altri post di Redazione BauBoys