Post del 16/03/2017 alle 15:11

Il gatto e l'acqua: due eterni nemici?

Il gatto per sua natura è un animale davvero pulito. Trascorre infatti gran parte della giornata a lavarsi, leccando molto accuratamente il suo pelo. Non emana nessun tipo di odore ed è sempre in ordine!


QUANDO IL BAGNETTO È INDISPENSABILE

Il gatto non necessita di bagni o di profonde pulizie del pelo, ma talvolta, per ragioni di salute o per sicurezza, il bagnetto potrebbe rendersi indispensabile. Ecco in quali circostanze:

-quando accidentalmente il pelo del gatto è venuto a contatto con sostanze tossiche  e per evitare il leccamento dobbiamo precederlo lavandolo con grande cura in tutte le sue parti;

-quando al gatto sono stati applicati prodotti antiparassitari  in versione shampoo (anti-pulci, curativo per pelle e pelo)

-quando eventuali problemi fisici (obesità, mancanza di arti, malattie) non gli permettono di lavarsi come vorrebbe (vi sarà davvero molto grato);

-quando i soggetti hanno pelo lungo ed è facile che esso si imbratti (nei peli lunghi consiglio bagni periodici, oltre alle obbligatorie spazzolature settimanali, in quanto il gatto non riesce ad arrivare in profondità ed alle volte è facile che si formino nodi o dermatiti);

-quando risultiamo allergici  alla saliva del gatto (anche se in una simile eventualità  il consiglio è quello di procurarsi piuttosto un peluche a forma di micetto, cosi si eviterebbe di lavare il gatto in continuazione, facendolo soffrire per un nostro egoismo).

E' bene abituare l’animale fin da piccolo ad essere maneggiato, spazzolato, lavato ed in particolare al phon! 

 

BAGNETTO: ISTRUZIONI PER L'USO

Se non vogliamo fare da soli, ci possiamo sempre affidare ad una persona competente (salone di toelettatura), altrimenti occorre armarsi di pazienza e procedere nel modo seguente con i dovuti accorgimenti:

- fate entrare il gatto nella vasca da bagno, dopo esservi accertati della temperatura dell'acqua che deve essere tiepida;

- usate prodotti specifici per gatti (perchè il pH della pelle è diverso dal nostro e lo shampoo per umani non è adatto);

- utilizzate il tipo di shampoo in base alle esigenze del vostro amico felino (per problemi di pelle, per gatti a pelo lungo, oppure a pelo corto, per districare i nodi);

- sciacquate via con attenzione tutto lo shampoo e poi su un ripiano (stabile) asciugate bene il pelo, prima con un asciugamano e poi avvalendovi di un phon e di una spazzola dotata di dentini in metallo (cardatore).

ATTENZIONE a non fare andare l'acqua nelle orecchie (potrebbe causargli otiti) e  il sapone negli occhi.

A cura di  Daniele Saliceti

Professional Handler

    • Il gatto e l'acqua: due eterni nemici?

Altri post di Redazione BauBoys