Post del 26/03/2017 alle 17:07

Il primo bagnetto del cucciolo

Il primo bagnetto del cucciolo è un momento importante e delicato, di conseguenza bisogna farlo nella massima tranquillità e armandosi di tanta pazienza.

IN ATTESA DEL PRIMO VERO BAGNETTO

Innanzitutto bisognerà dare tempo al cucciolo di abituarsi alla nuova casa, alla nuova famiglia, alla nuova routine. Considerate che avrà al massimo due mesi e fino a poco prima viveva con la mamma e i fratellini in un ambiente completamente diverso.

Un’altra controindicazione è effettuare il bagno in prossimità dei vacciniperché il sistema immunitario del cucciolo è impegnato a reagire per produrre gli anticorpi che lo proteggeranno per quelle determinate malattie e quindi potrebbe non essere, per così dire, altrettanto efficiente su altri fronti. Ciò potrebbe far sì che il cucciolo sia più soggetto ad ammalarsi.

È altrettanto vero, del resto, che non si deve aspettare troppo tempo per il primo bagnetto perché il cucciolo va abituato prima possibile a tutte le cure che gli verranno dedicate costantemente nel corso della vita (bagno, spazzolature, pulizia delle orecchie, delle zampe etc.). In genere, dopo i 6 mesi, viene considerato il momento ideale per cominciare ad abituarlo.

Nell’attesa che arrivi il momento giusto potete utilizzare per la pulizia del cucciolosalviettine detergenti oppure gli shampoo a secco che si trovano in commercio, a patto che siano specfici per cani.

QUANDO ARRIVA IL MOMENTO DEL PRIMO BAGNETTO

Una volta arrivato il momento del primo bagnetto, potete decidere se farlo voi  proprietari oppure portare il cucciolo da un toelettatore.

Nel primo caso è importante scegliere i prodotti giusti e l’ambiente più idoneo.

Non si devono mai usare shampoo per 'umani' perché hanno caratteristiche chimiche dannose per la cute del cane. Meglio affidarsi a prodotti studiati apposta. Una  volta diluito il prodotto in un bicchiere d'acqua potete usare una spugna morbida per passarlo sul pelo dell'animale.

Per quanto riguarda l’ambiente, sarebbe preferibile rimanere al chiuso, prestando molta attenzione alle correnti d’aria e al freddo, anche durante la bella stagione.

Si può usare la vasca o la doccia di casa, oppure un contenitore che sia abbastanza grande, da riempiere con 10 centimetri d'acqua a una temperatura di 38-40 gradi.

Quando inizierete a bagnare delicatamente il cucciolo confortatelo, usando parole dolci e un tono di voce pacato. Per insaponare con cura il cucciolo strofinate con calma prestando molta attenzione a non fargli andare il sapone negli occhi e nelle orecchie. Per evitare quest'ultima eventualità potete preparare dei grossi batuffoli di garza da porre all’esterno di ciascun condotto uditivo formando una sorta di tappo.

Il  risciacquo deve essere fatto con acqua tiepida, in maniera altrettanto scrupolosa e attenta in modo da non lasciare delle parti del corpo insaponate. Va cominciato partendo dalla testa, potete usare anche il doccino se al cucciolo non dà fastidio, altrimenti usate una bacinella di plastica per versare l'acqua.

Per l'asciugatura avvolgete il cucciolo in un asciugamano abbastanza grande e frizionatelo dolcemente in tutto il corpo.  Consigliato anche l'utilizzo del phon, tenendo presente che inizialmente il cucciolo potrebbe non gradire questo strumento rumoroso. Quindi va abituato, selezionando un soffio d'aria né troppo caldo né troppo intenso.

Se si opta per un toelettatore meglio scegliere una persona paziente ed abituata ad interagire positivamente con i cani. Controllare sempre che utilizzi prodotti di qualità e che provveda ad asciugare bene l'animale. Almeno per le prime volte, sarebbe preferibile essere presenti per rassicurare e dare coraggio al  cucciolo.

Fonti: http://www.petfamily.it/  I nostri amici animali

    • Il primo bagnetto del cucciolo

Altri post di Redazione BauBoys