Post del 08/01/2017 alle 18:23

Cibi dannosi per il gatto

Un gatto può essere nutrito con una dieta casalinga (la meno consigliata) o di produzione industriale (la più consigliata), l’importante sarà però sempre prestare attenzione agli alimenti potenzialmente dannosi per la salute dell’amico felino.

NUTRIRE CORRETTAMENTE IL GATTO

Innanzitutto sono vietati gli avanzi della tavola, i cibi fritti, i cibi speziati, pepati o piccanti, i cibi grassi  (ad esempio salumi e insaccati),  i cibi umani salati. E naturalmente il cibo per cani che ha componenti errati per l'alimentazione di un gatto.

Mai dare al micio cibo freddo di frigorifero (si raccomanda sempre di scaldare il cibo o tirarlo fuori molto tempo prima della somministrazione).

Gli alimenti umidi per gatti devono essere consumati subito, perché se rimangono nella ciotola vanno incontro a deterioramento e se si deteriorano vanno incontro a cattivo odore (per noi ed il gatto) e sviluppano microrganismi pericolosi. Tra gli alimenti adatti:

- latte, purché dato regolarmente, in quanto il gatto deve produrre un enzima (lattasi) per la digestione del lattosio; se il latte viene somministrato ogni tanto può provocare dissenteria;

yogurt (va molto bene, anche come fonte di fermenti lattici vivi e proteine);

carne rossa/bianca, pesce, riso, ricotta, peperoni, carote (tutti consigliati ma ovviamente facendo attenzione alle dosi);

fegato (può essere somministrato ma in piccole quantità, se si esagera può provocare una ipervitaminosi A e diarrea).

CIBI DANNOSI
Ecco invece una lista di cibi nocivi:

albume d'uovo crudo;

carne cruda (probabile veicolo di parassitosi; malattia non molto frequente ma da non sottovalutare per il suo esito sempre fatale perchè provoca encefalite, è la malattia di Aujeszky o pseudorabbia); 

pesce crudo

scarti del pesce (lische) e scarti del pollame (ossa o cartilagine); 

formaggi  stagionati;

lievito per il pane (in dosi eccessive);

dolci e prodotti dolcificati con xilitolo, caramelle e cioccolato di tutti i tipi e in tutte le forme. Il cioccolato contiene la teobromina, che agisce a livello neurologico nelle ore seguenti l'accidentale somministrazione. La cioccolata fondente è più pericolosa perchè bastano pochi grammi per avvelenare un gatto. I sintomi possono variare da malessere generale, inappetenza, diarrea, fino al coma; 

aglio (non è nocivo solo in piccole dosi), cipolle e cipolle in polvere;

legumi;

- cavoli;

- patata cruda

- olive intere (il gatto può ingerire il nocciolo), optate per olive snocciolate; 

- foglie di rabarbaro, foglie e germogli di pomodoro

- senape (soprattutto i semi); 

- avocado, uva e uva passa

- mandorle  e noci di Macadamia

    • Cibi dannosi per il gatto

Altri post di Redazione BauBoys