Post del 14/04/2017 alle 17:42

Scegliere la crocchetta più...

Quando arriva un cane in casa per la prima volta, ci si interroga su quale sia l’alimento giusto da scegliere. Nei supermercati e nei negozi specializzati ci sono tanti mangimi per cani. Come orientarsi tra i prodotti in commercio?

COME ORIENTARSI TRA I PRODOTTI IN COMMERCIO

Non è facile orientarsi nella vasta gamma di cibi per il cane offerti dal mercato. Anche da un punto di vista economico ci possono essere notevoli differenze, non sempre correlate al livello qualitativo degli alimenti.

Per cercare di comprendere meglio le differenze fra i vari tipi di alimenti occorre innanzitutto distinguere tra alimenti completi e alimenti complementari.

Gli alimenti completi sono quelli che contengono tutti i principi nutritivi necessari per le esigenze dell’animale. Gli alimenti complementari invece richiedono l’integrazione di altri ingredienti ad ogni pasto per evitare squilibri alimentari. Gli alimenti completi a loro volta possono essere economici, Premium o Superpremium.

Gli alimenti “economici” in genere hanno come primo ingrediente indicato sull’etichetta  (che è anche quello contenuto in maggiori quantità)  i cereali, i sottoprodotti di origine animale o vegetale; in essi inoltre sono contenute integrazioni vitaminiche non naturali (sintetiche) e conservanti chimici (antiossidanti).

Gli alimenti “Premium” sono di categoria migliore della prima ma non hanno ingredienti qualificati e spesso contengono sottoprodotti delle carni e dei cereali.

Gli alimenti  “Super Premium” sono di categoria superiore ai precedenti, in quanto vengono preparati con carni del tipo “per uso umano” e con cereali di buona qualità. Essi sono inoltre arricchiti con uova, lievito di birra, verdure ed integrati da vitamine e sali minerali.

Per riconoscere a quale delle predette categoria appartiene l’alimento scelto occorre innanzitutto leggere sull’etichetta gli ingredienti in esso contenuti. Da tale lettura non devono risultare definizioni generiche e le componenti reali dell’alimento devono essere sempre ben dettagliate.  

Nella scelta dell’alimento devono essere considerati: il contenuto nutrizionale e la biodisponibilità (frazione alimentare realmente disponibile per la nutrizione), l’appetibilità, gli effetti sulla funzionalità gastrointestinale, la densità calorica, gli effetti a lungo termine sul benessere degli animali.

I BENEFICI DERIVANTI  DA ALIMENTI DI ALTA QUALITÁ

I benefici derivanti da una alimentazione di buona qualità sono già evidenti dopo poche settimane: feci solide, piccole e poco odorose, pelle morbida ed in salute, pelo e condizioni fisiche migliorate, assenza di alitosi. Nel medio e lungo periodo gli effetti positivi si manifestano con una muscolatura tonica e ben sviluppata, ossatura robusta, denti forti e sani, oltre ad un miglioramento generale del benessere del cane.

L’alimentazione di alta qualità può apparire più costosa, ma, essendo più ricca di sostanze, consente un risparmio in termini di quantità da somministrare, compensando in questo modo il costo più elevato per unità di peso.

Da qualche anno viene anche utilizzata, nella produzione di cibi industriali di alta qualità, la fitoterapia, che prevede l’impiego di erbe come rimedio terapeutico per diverse patologie. Alcune essenze vegetali, aggiunte ai cibi, sono infatti molto utili per l’apporto di sostanze fitochimiche, minerali ed antiossidanti, sostanze che, se assunte per tempi prolungati, aiutano a prevenire l’insorgenza di alcune malattie e migliorano lo stato di salute di diversi apparati dell’organismo, soprattutto quello gastrointestinale e cardiocircolatorio.

 

Fonte:  http://www.clubdelcane.com/

    • Scegliere la crocchetta più...

Altri post di Redazione BauBoys