QUANDO I CANI DIVENTANO CELEBRITÀ

Fin dall'alba dei tempi l'uomo è affiancato nel suo percorso da un fedele compagno, in grado di essergli di conforto nelle situazioni più complesse e rappresentare perfettamente quelle virtù che ancora oggi lo rendono un amico impeccabile e instancabile.

Di esempi di cani divenuti celebrità ce ne sono stati molti nella storia, alcuni reali, altri immaginati dalle menti brillanti che li hanno resi immortali.

CANI CELEBRITÀ NELLA LETTERATURA

Poeta geniale e figura simbolo della Grecia Arcaica – nonché precursore della grandeur dell'Epoca Classica –, Omero descrisse così l'incontro tra Ulisse e il suo cane Argo, nel 17° libro dell'Odissea:

Così dicean tra lor, quando Argo, il cane,
Ch’ivi giacea, del pazïente Ulisse,
La testa, ed ambo sollevò gli orecchi.
Nutrillo un giorno di sua man l’eroe,
Ma còrne, spinto dal suo fato a Troia,
Poco frutto poté. Bensì condurlo
Contra i lepri, ed i cervi, e le silvestri
Capre solea la gioventù robusta.
Negletto allor giacea nel molto fimo
Di muli e buoi sparso alle porte innanzi,
Finché i poderi a fecondar d’Ulisse
Nel togliessero i servi. Ivi il buon cane,
Di turpi zecche pien, corcato stava.
Com’egli vide il suo signor più presso,
E, benché tra quei cenci, il riconobbe,
Squassò la coda festeggiando, ed ambe
Le orecchie, che drizzate avea da prima,
Cader lasciò; ma incontro al suo signore
Muover, siccome un dì, gli fu disdetto.

Benché questi versi siano ampiamente noti, l'incontro di Argo col suo padrone non può lasciare indifferente neanche il più raffinato e puntiglioso conoscitore delle opere di Omero.

Finalmente approdato dopo un lungo peregrinare sull'isola di Itaca, Ulisse si appresta a riconquistare il suo palazzo invaso dai temibili proci. Per potersi muovere con libertà e cogliere gli usurpatori di sorpresa, Ulisse decide di travestirsi da mendicante. Lo stratagemma funziona perfettamente con gli uomini, ma non coglie di sorpresa il suo fidato cane, che – dopo un'attesa di 20 anni – raccoglie le ultime forze rimaste e gli tributa l'ultimo gesto d'affetto prima di accasciarsi e morire.

CANI CELEBRITÀ NELLA STORIA

Chi pensa però che i cani celebrità appartengano solo alla sfera letteraria e in qualche modo si muovano solo e soltanto in un universo emotivo, dovrà rivedere le proprie posizioni dopo aver letto la storia di Laika, una cagnolina di 3 anni nata dall'incrocio di un Husky e un Terrier.

Famosissima per quanti sono cresciuti durante gli anni della Guerra Fredda e un po' meno per le ultime generazioni, Laika è stato il primo essere vivente in assoluto ad andare nello spazio, completando un volo orbitale attorno alla terra a bordo della navicella spaziale Sputnik 2.

Nonostante la portata rivoluzionaria e l'importanza scientifica che indubbiamente ricoprì, l'esperimento ebbe purtroppo poca fortuna. Laika morì infatti dopo circa 7 ore dal lancio, a causa dei fortissimi sbalzi termici all'interno della navicella.

BELTA E STRELKA

Migliore sorte ebbero invece Belta e Strelka, due cani che – 3 anni dopo l'esperimento che aveva visto come protagonista Laika – nel 1960 riuscirono a passare un'intera giornata in orbita e tornare vivi e vegeti sulla terra.

La loro impresa venne salutata con tanta gioia e fervore che il governo russo decise di stampare dei francobolli commemorativi in loro onore e successivamente di ospitare le loro salme nel Museo dei Cosmonauti a Mosca.

CANI FAMOSI NEL CINEMA E NELLA TV

Di cani affermatisi come vere e proprie celebrità del cinema, al pari di attori che hanno segnato un'epoca come James Dean, Marlon Brando o Humphrey Bogart, abbiamo molti esempi.

Il precursore fu senza dubbio Rin Tin Tin, un Pastore Tedesco protagonista di numerosi film, fiction e fumetti tra gli anni '20 e gli anni '50. In Italia ebbe particolare successo la serie televisiva denominata “Le avventure di Rin Tin Tin”, trasmessa a partire dal 1956 e per i 5 anni successivi sulla cresta dell'onda.

Prima di diventare una celebrità televisiva, Rin Tin Tin era il cane di un reduce americano della Prima Guerra Mondiale. La sua capacità di compiere acrobazie e la fedeltà al proprio padrone convinse il produttore Zanuck a investire proprio sul Pastore Tedesco per dare il la a quel filone cinematografico che fece la fortuna di molti “colleghi”, divenuti poi autentiche star di Hollywood.

CANI FAMOSI NEI SERIAL TV. LASSIE

Considerato l'erede designato di Rin Tin Tin, Lassie era un Collie – o Pastore Scozzese – che visse grazie alla penna di Eric Knight, che lo rese il protagonista prima di un saggio e poi di un libro venduto in milioni di copie e tradotto in 26 lingue dal titolo “Torna a casa Lassie”.

Del 1943 è la trasposizione cinematografica del film, dal titolo identico, in cui si narrano le peripezie affrontate dal Collie per tornare a casa dal proprio padroncino.

CANI PROTAGONISTI DEI FUMETTI

Per concludere la carrellata di cani celebrità non si può non citare Snoopy, uno dei personaggi cardine della famosissima striscia a fumetti “Peanuts”, ideata e realizzata da Charles Schultz. Dapprima relegato al ruolo di cane di Charlie Brown, Snoopy divenne presto un personaggio così dinamico e popolare da guadagnarsi un ruolo di primissimo piano all'interno della striscia.

La sua fama crebbe così tanto da tramutarlo in una vera e propria icona e ispirare numerosi altri personaggi dei cartoni animati e dei fumetti, oltre che trasformarlo in un autentico fenomeno commerciale.

Ma non sono solo i cani divenuti star di Hollywood a meritare il nostro rispetto e la nostra considerazione. Su Bay Boys potrete leggere decine di storie che hanno come protagonisti i nostri fedeli amici a quattro zampe, capaci di salvare una vita o aiutare un malato a rimettersi in forze grazie alla loro vitalità e allegria.

 

“Non importa se non avete denaro o possedimenti, il solo fatto di possedere un cane vi rende ricchi.”
(L. Sabin)

 

 

    • Cani celebrità