Post del 17/01/2017 alle 18:41

Un secondo cane in casa

Tante volte vi sarete chiesti: "E' sicuro prendere un secondo cane quando in casa abbiamo già un altro amico a 4 zampe da tempo? Molti rifiutano l’idea, perchè da una parte i cuccioli attirano di più con la loro tenerezza, dall’altra  il timore che due cani adulti litighino prevale. In verità esistono diverse accortezze  per  il giusto inserimento in famiglia  di un secondo animale,  in modo da non far ingelosire il cane che è stato "figlio unico" per molti anni.

MEGLIO UN CUCCIOLO O UN CANE ADULTO?

Sicuramente per prima cosa bisogna osservare il carattere del cane adulto che andremo a inserire, la maniera che ha di socializzare con gli altri cani, la sua razza, in quanto le specifiche caratteristiche differenziano un soggetto da un altro, e infine, ma non meno importante, il modo in cui è cresciuto: la crescita di ogni cane (traumatica o dolce) forma il suo carattere e ne stabilisce l'atteggiamento.

Inserire un cucciolo in un branco di cani effetivamente è più facile perchè il cucciolo, non avendo ancora formato il suo carattere ed essendo più giovane, si sottomette totalmente ai più grandi, mentre per il cane adulto è diverso perchè soprattutto all’inizio, se si procede di fretta o a causa di caratteri troppo dominanti, la cosa non sempre può funzionare.

LA CONOSCENZA RECIPROCA PRIMA DELLA CONVIVENZA

Fondamentale è il luogo dove dovrà avvenire il primo incontro e svolgersi la conoscenza tra i due animali per un certo periodo di tempo. Evitate la casa  (il primo cane potrebbe sviluppare gelosia per i suoi giochi, la cuccia ecc.), e scegliete un luogo "neutro" come un parco, un prato, un cortile, dove però non siano già presenti gli odori del primo cane. In questo modo si potrà osservare l'atteggiamento dei due cani nel conoscersi e nello stabilire la loro gerarchia.

Nondovete preoccuparvi nella maniera più assoluta se si verificherà qualche piccola "burrasca"o noterete segnali di dominanza (come il simulare l’accoppiamento, l’appoggiare la zampa sul dorso dell'altro): è normale perchè i cani si stanno conoscendo e stabiliscono chi dei due sarà il leader.

ALTRI CONSIGLI UTILI

Se i due soggetti dopo un periodo di tempo saranno in sintonia (o si tollerano), allora si potrà procedere con il tentativo di farli convivere insieme nella stessa casa, ma è sempre bene avere l’accortezza di togliere tutti gli oggetti o giochi del primo cane, perchè potrebbero in ogni caso nascere gelosie; è consigliabile almeno per i primi tempi farli dormire di notte in stanze diverse e non lasciarli da soli in casa nella stessa stanza (bisogna sempre tenerli sotto controllo nelle prime fasi di convivenza).

Altro consiglio molto utile, sempre per i primi tempi, è costruire in casa un piccolo "cancelletto" (a sbarre come quello per i bambini) tra una stanza e un'altra, in modo tale che i due cani si possano annusare e conoscere senza entrare in contatto diretto. Il cancelletto si potrà togliere dopo un determinato periodo (almeno 10 giorni); a quel punto i due soggetti, conoscendosi già, non saranno molto nervosi nelllo studiarsi.

Attenzione invece a non dedicare troppe attenzioni al nuovo arrivato, perchè il primo potrebbe risentirne davvero.

Attenzione anche nel caso i due cani siano di taglie differenti in quanto, senza volervi spaventare, il piccolino avrebbe sempre la peggio, se dovesse verificarsi qualche zuffa.

A costo di sembrarvi ripetitivi, l’ultima raccomandazione è quella di approfondire la conoscenza  della razza di appartenenza del nuovo 4 zampe, prima di portarlo a casa, solo in questo modo potrete già al 60% rendervi conto se è un cane che fa al caso vostro; se invece sarà un meticcio allora non vi rimane che mettere in pratica i consigli  sopra elencati!

A cura di Daniele Saliceti

Professional Handler

    • Un secondo cane in casa

Altri post di Redazione BauBoys